4 cose che puoi fare con l’AI generativa di Adobe

L’intelligenza artificiale è ormai uno degli argomento di maggiore rilevanza nel mondo del lavoro. Il 74% degli intervistati nel nostro Osservatorio ICT la ritiene una tecnologia chiave per il futuro del settore. Ne abbiamo parlato in questo articolo: “AI – 3 cose che può fare (e 3 cose che non può fare) per il tuo lavoro”.

Adobe Firefly è una tecnologia rivoluzionaria introdotta in versione beta all’interno della suite Adobe e ad oggi presente ufficialmente in tutti i programmi.

Firefly è – come Adobe ha ufficialmente denominato – il suo progetto di integrazione dell’AI prompt-native nella sua suite, genera contenuti a partire dalla descrizione, definendo dimensione, orientamento tela, stile del contenuto (artistico, realistico, etc), struttura, partendo anche da un immagine di riferimento.

1 Generare immagini e contenuti partendo da una descrizione testuale

Nella stringa in basso descriviamo l’immagine desiderata. Detto, fatto: in un istate ne appaiono 4 che rispondono al meglio al nostro prompt (nel nostro caso: un gatto nero a bordo di una navicella spaziale). Sulla destra ci sono alcune opzioni interessanti per migliorare l’immagine: il formato, il tipo di contenuto (foto, artistico, ecc). Poi una vasta scelta di stili: dal barocco al cyberpunk. Possiamo infine scegliere colore e tono, luci e composizione. Quest’ultima opzione permette, tra le altre cose, di sfocare lo sfondo o cambiare il punto di vista della foto.

2 Applicare alcuni effetti artistici ad un testo

Cliccando su effetti di testo, appare una pagina piena, zeppa, di esempi di wordart: basta cliccarci su, per usarli su un testo scritto da noi. Ma possiamo anche inventarcene uno nuovo di zecca.

3 Puoi togliere e/o aggiungere oggetti e sfondi ad un’immagine 

Riempimento generativo è utile per togliere e aggiungere oggetti e sfondi a un’immagine, dopo averli evidenziati con un pennello.
La funzione di riempimento generativo risolve un bel po’ di problemi quando vogliamo rimuovere un oggetto (o un soggetto da una foto). Basta selezionare l’oggetto che vogliamo eliminare e cliccare in basso su “rimuovi”. Idem per aggiungere qualcosa: un clic a destra su “inserisci”, un paio sulla foto, nel posto dove vogliamo inserire un nuovo oggetto, che descriveremo nella stringa in basso. E Firefly lo creerà per noi.

4 Puoi ricolorare un’immagine vettoriale e scegliere un effetto

Ricolorazione generativa, infine, serve a ricolorare un’immagine vettoriale.
Basta caricare un’immagine vettoriale (in formato svg) e scegliere un effetto per ricolorarla.

Firefly-colore

Vuoi scoprire tutte le ultime novità dedicate alle aziende?

Guarda il nostro corso su Adobe GenAI Firefly

Metti il turbo al tuo lavoro con l’AI generativa di Adobe

Relatori:

Desiree Amato | Specialist Adobe CC & DC

Lorenzo Colloreta | Adobe Ambassador

Guarda la registrazione al nostro corso organizzato insieme ad Adobe ed Extensis, dove potrai apprendere le funzionalità di Adobe GenAI Firefly, scoprire tutti gli strumenti e le ultime novità dedicate alle aziende che vogliono portare la creatività e i loro progetti al livello successivo.

Guarda la registrazione

Vuoi saperne di più?
Contattaci per scoprire le nostre soluzioni per la creatività e il design del futuro.

Contattaci
Leggi anche:

Restiamo in contatto