Emilia-Romagna: contributi per lo sviluppo di Start Up Innovative

La Regione Emilia-Romagna ha stanziato una dotazione complessiva di 2.500.000 € per il “Bando per l’attrazione e il consolidamento di start up innovative“, intervento in linea con l’azione 1.4.1 del POR FESR 2014-2020, che ha l’obiettivo di supportare la localizzazione e il consolidamento delle start up innovative, favorendo la crescita nei settori produttivi e nelle filiere strategiche del territorio.

Le risorse disponibili per finanziare i progetti sono ripartite in:

  • 700.000 € a valere sull’annualità 2021;
  • 1.800.000 € a valere sull’annualità 2022.

Una quota pari a 700.000 € è riservata al finanziamento di progetti presentati da imprese operanti nei settori delle industrie culturali e creative e innovazione nei servizi definite con determinati Codici Ateco (vedi Appendice 3 del bando) e che andranno a costituire una graduatoria a parte. Nel caso in cui le risorse eccedessero il fabbisogno, le stesse saranno utilizzate per soddisfare l’altra graduatoria.

Beneficiari del bando Regione Emilia-Romagna

Il Bando finanzia le attività di sviluppo e consolidamento di micro e piccole imprese, regolarmente costituite e registrate alla data del 31/05/2021 nella Sezione Speciale del Registro delle Imprese dedicata alle “Start-Up Innovative” (ai sensi della Legge 221/2012 e della Legge 33/2015) presso la Camera di Commercio competente per territorio.

Le start up beneficiarie devono avere Codice Ateco primario rientrante tra quelli ammissibili, essere attive e non essere sottoposte a procedure di liquidazione (anche volontaria), fallimento, concordato preventivo, amministrazione controllata o altre procedure concorsuali in corso o antecedentemente la data di presentazione della domanda.

Sono escluse dall’agevolazione le imprese agricole.

Tipologia di attività ammesse al bando per le start up innovative dell’Emilia-Romagna

I progetti sono ammessi se finalizzati alla realizzazione di piani imprenditoriali di investimento per lo sviluppo e la commercializzazione di nuovi prodotti, servizi e modelli di business, devono:

  • essere realizzati in una unità locale situata nel territorio dell’Emilia-Romagna regolarmente censita presso la CCIAA di competenza;
  • rientrare in uno dei seguenti ambiti prioritari individuati nella Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente:
    • Sistema Agroalimentare
    • Edilizia e costruzioni
    • Industrie della salute e del benessere
    • Meccatronica e motoristica
    • Industrie culturali e creative
    • Innovazione nei servizi
  • avere una ricaduta innovativa e di potenziale impatto occupazionale su uno dei seguenti ambiti:
    • Transizione digitale
    • Transizione energetica
    • Economia circolare
    • Salute e benessere
    • Cultura e creatività
  • essere basati su una soluzione innovativa da proporre al mercato, già individuata al momento della presentazione della domanda di agevolazione, con un chiaro impatto in termini di sostenibilità ed in grado di contribuire al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030;
  • prevedere uno o più tra i seguenti interventi:
    • Sviluppo produttivo di risultati di ricerca o di soluzioni tecnologiche derivanti da una o più tecnologie abilitanti,
    • Messa a punto del modello di business,
    • Adattamento di prodotti/servizi alle esigenze di potenziali clienti,
    • Ingegnerizzazione di prototipi e piani di sviluppo industriale (scale-up),
    • Apertura e/o sviluppo di mercati esteri,
  • prevedere l’impegno diretto dei soci dell’impresa proponente e/o di un team, dotati di capacità tecniche e gestionali adeguate, in termini di apporto tecnologico e lavorativo.

Spese ammesse al bando per le Start Up Innovative

Le spese ammissibili, sostenute nel periodo che va dalla data di presentazione della domanda ed il 31 ottobre 2022, sono relative a:

  • acquisto o locazione/leasing di impianti e macchinari (in caso di leasing o locazione, tali spese sono ammissibili limitatamente alle quote inerenti il periodo del progetto);
  • affitto/noleggio laboratori ed attrezzature scientifiche;
  • acquisto e licenze di utilizzo di titoli di proprietà industriale o intellettuale e di software e canoni annuali per certificazioni;
  • consulenze per progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo e certificazione di soluzioni innovative, temporary management, supporto alla redazione del business plan, supporto ad analisi strategiche di mercato, supporto allo sviluppo di un piano industriale, supporto allo sviluppo di un piano di internazionalizzazione, collaborazioni a vario titolo, consulenze specialistiche;
  • costi per la localizzazione di nuove unità locali operative (esclusi magazzini o sedi di rappresentanza) in Regione Emilia-Romagna tramite acquisto;
  • costi per personale dipendente. Sono ricompresi i soci purché rendicontati con contratto di lavoro dipendente.

L’importo di spesa minima è di 100.000 €, ridotta 50.000 € per Industrie Culturali e Creative e Innovazione nei servizi.

Non sono ammessi i costi sostenuti per:

  • autovetture, autocarri, veicoli e mezzi di trasporto di ogni genere (anche se destinati al trasporto fuori strada o in cave e cantieri), compresi tutti i tipi di allestimenti finalizzati al trasporto;
  • beni e impianti non strettamente necessari per l’esercizio dell’attività dell’impresa, anche se obbligatori per legge (es. estintori, impianto antincendio, impianto antifurto, impianto di video-sorveglianza, impianto di condizionamento e/o riscaldamento ambienti, impianti elettrici ecc…);
  • imbarcazioni, natanti, draghe, pontoni/strutture/mezzi galleggianti compresi relativi macchinari e allestimenti;
  • velivoli di ogni genere;
  • beni destinati ad essere noleggiati senza operatore;
  • beni in comodato;
  • oneri per imposte, concessioni, interessi passivi, collaudi ecc…;
  • costruzioni in economia;
  • corsi di formazione;
  • acquisto di beni usati;
  • spese per opere edili di qualsiasi tipo;
  • commissioni per operazioni finanziarie, perdite di cambio ed altri oneri meramente finanziari;
  • deprezzamenti e passività.

Agevolazione dedicata alle Start Up Innovative in Emilia-Romagna

Il “Bando per l’attrazione e il consolidamento di start up innovative” della Regione Emilia-Romagna prevede un contributo a fondo perduto pari al 60% della spesa ammissibile, fino ad un massimo di 150.000 €.

Il contributo sale al 70% nel caso in cui i progetti proposti prevedano l’assunzione di almeno una persona con contratto a tempo indeterminato e stabilmente collocata nell’unità locale nella quale si realizza il progetto; 65% qualora l’attività di impresa del richiedente sia caratterizzata dalla rilevanza della presenza femminile e/o giovanile in termini di partecipazione finanziaria al capitale sociale; oppure, nel caso in cui i soggetti proponenti i progetti operino, con riferimento alle unità locali dove si realizza l’intervento, nelle aree montane; o nel caso in cui i soggetti proponenti i progetti operino, con riferimento alle unità locali dove si realizza l’intervento, nelle aree dell’Emilia-Romagna comprese nella Carta Nazionale degli Aiuti di Stato a finalità regionale approvata dalla Commissione Europea con la Decisione C (2016) 5938 finale del 23.09.2014

Scadenza bando Regione Emilia-Romagna

Lo sportello per la presentazione delle domande aprirà dalle ore 13.00 del 22 giugno alle ore 13.00 del 29 luglio 2021.

I progetti saranno selezionati in base ad una procedura valutativa a graduatoria, quindi finanziati in ordine di punteggio fino ad esaurimento delle risorse.

L’emissione ed il pagamento delle fatture dovrà essere compreso tra la presentazione della domanda e la presentazione della rendicontazione.

REKORDATA ti supporta: soluzioni per la Digital Transformation

La digital transformation non è solo un processo di implementazione di strumenti digitali in azienda, ma un vero e proprio cambio di paradigma. 

Il nostro team sarà al tuo fianco per costruire un progetto sulla base delle tue esigenze e degli obiettivi che vuoi raggiungere.
Ti accompagneremo in un processo di trasformazione fornendoti quanto necessario per accedere ai migliori contributi a fondo perduto.

Scopri di più sulle nostre soluzioni
Contattaci

REKORDATA ti supporta: soluzioni tecnologiche

Lavoreremo al tuo fianco sin dall’inizio per guidarti, rispondere alle tue domande e suggerirti nuove idee.

Gestione della forza vendita, gestione dei dispositivi mobili, sviluppo di web app, integrazione dei flussi di lavoro e analisi dati sono solo alcune delle nostre specializzazioni.

Qualunque sia l’esigenza della vostra azienda o del vostro reparto siamo pronti a fornire supporto e consulenza per migliorare il vostro lavoro.

Scopri di più sulle nostre soluzioni
Contattaci

Analisi di fattibilità Formulario Aziendale

Il presente “Formulario Aziendale” ha lo scopo di raccogliere e acquisire informazioni utili allo sviluppo dell’Analisi di Fattibilità e di definire uno specifico piano di azione per l’ottenimento di tutte le agevolazioni che la Finanza Agevolata offre.

Scarica il formulario
Leggi anche: