G Suite End of Life – Fai l’upgrade a Google Workspace!

Le aziende che usavano ancora la versione gratuita della G Suite hanno ricevuto una brutta notizia. A partire dal 1 luglio saranno disponibili unicamente gli abbonamenti a Google Workspace. Ciò significa che per continuare ad usare i vari servizi sarà obbligatorio sottoscrivere uno dei piani a pagamento. L’upgrade deve essere effettuato entro il 1 maggio.

Google Workspace è il nuovo nome della raccolta di app e servizi, nota come G Suite fino ad ottobre 2020 e Google Apps fino a settembre 2016. La versione gratuita non viene più offerta ai nuovi utenti dal 2012, ma i vecchi utenti hanno potuto usufruire di un “regalo” da parte dell’azienda di Mountain View. A partire dal 1 maggio sarà obbligatorio scegliere uno dei piani di Google Workspace. In caso contrario, l’upgrade verrà effettuato automaticamente.

Per completare il passaggio sarà necessario aggiungere i dati per l’addebito dell’abbonamento entro il 1 luglio. Se non verrà rispettata questa scadenza, Google sospenderà l’account per 60 giorni, al termine dei quali verrà bloccato l’accesso ai servizi principali, come Gmail, Calendar e Meet. Per ripristinare l’account dovrà essere inserito un metodo di pagamento valido.

I piani di Google Workspace sono quattro: Business Starter, Business Standard, Business Plus e Enterprise. Gli unici piani gratuiti sono quelli riservati alle organizzazioni non profit e alle scuole che rispettano determinati requisiti.

L’azienda che non vuole sottoscrivere l’abbonamento può esportare i dati con Google Takeout ed eventualmente scegliere una soluzione concorrente. Non cambierà nulla per gli utenti privati che possono accedere ai vari servizi gratuitamente con un account Google.

Per scoprire subito tutti i vantaggi di Workspace e come ottenere il massimo dai servizi Google per la tua azienda,

PRENOTA SUBITO UNA CALL CON IL NOSTRO CONSULENTE

Leggi anche: