SIMEST, internazionalizzazione: chiusura dello sportello

Ha chiuso alle ore 14.00 di ieri, 21 ottobre 2020, lo sportello Simest relativo ai finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione. 

“Stop alle richieste Simest per il 2020” è la decisione presa dal Comitato Agevolazioni (istituita presso SIMEST e presieduto dal MAECI) a seguito della seduta straordinaria per deliberare la temporanea sospensione per le presentazioni dei progetti internazionalizzazione, a causa dell’esaurimento dei fondi.

“Abbiamo ricevuto dalle imprese una risposta eccezionale, domande di finanziamento per l’internazionalizzazione che ormai supera quota 11, per oltre 3,5 miliardi a fronte di 1,3 miliardi stanziati per il 2020 – commenta dice Pasquale Salzano, presidente di Simest – Questo ci costringe a dare uno stop alle richieste per il 2020, perché i fondi a sostegno dell’export che Simest gestisce per conto del Ministero egli Esteri sono ormai esauriti”.

Stop per elevato numero di richieste ricevute da Simest 2020

La decisione si è resa necessaria a causa dell’elevato numero di richieste ricevute da parte delle imprese, eccedenti le risorse disponibili per il 2020: dal 1 gennaio ad oggi sono pervenute oltre 12.600 domande per un controvalore di 3,9 miliardi €. La dotazione finanziaria era composta dal Fondo 394 e da un cofinanziamento a fondo perduto a valere sul Fondo Promozione Integrata (FPI).

Le richieste pervenute entro l’orario dello stop, non ancora oggetto di delibera, verranno esaminate nel rispetto dell’ordine cronologico di arrivo e nella misura consentita dai fondi disponibili.

Possibile rifinanziamento Simest 2020

Il presidente di Simest aggiunge “Abbiamo ricevuto in questi giorni dalle associazioni di categoria – e anche oggi qui da parte dei Giovani imprenditori di Confindustria – richieste pressanti per ottenere dal Governo il rifinanziamento per il 2020”, dice: “Tali richieste da parte delle imprese attestano l’efficacia e la strategicità di questi strumenti finanziari per sostenere la solidità e la proiezione all’estero del nostro sistema produttivo”.

La ripresa dell’attività di ricezione di nuove domande da parte di Simest sarà deliberata dal Comitato Agevolazioni e comunicata tempestivamente con avviso da pubblicare sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.