Università: Lombardia, 43 mln per strumenti digitali e DaD

E’ di 43,5 milioni lo stanziamento approvato dalla Giunta regionale, su proposta del vicepresidente Fabrizio Sala, per sostenere un piano di innovazione della strumentazione digitale per la didattica a distanza e accordi di collaborazione con le Università pubbliche lombarde.
Obiettivo dello stanziamento è la modernizzazione della strumentazione digitale in uso presso le Università, oltre a favorire la didattica a distanza sia in risposta alle restrizioni dovute alla recente pandemia da COVID-19, sia come proposta di evoluzione della didattica verso soluzioni di e-learning. Citando un articolo pubblicato ieri:
In particolare, i contributi sono a fondo perduto pari al 100% delle spese sostenute per l’acquisto di attrezzature, strumentazione digitale e tecnologie per favorire l’attività di didattica a distanza.
Sarà possibile riconoscere anche le spese che le Università hanno già sostenuto per questo obiettivo a partire dal 4 maggio 2020, data in cui è stato approvato il Piano Lombardia.
Le risorse saranno a disposizione delle Università nel 2021.
«Una iniezione di liquidità fondamentale per le nostre Università in un contesto in cui la didattica a distanza è sempre più importante – commenta il vicepresidente Fabrizio Sala – un supporto che fa parte del Piano Lombardia – spiega il vicepresidente, che è anche titolare della delega all’Università in Giunta regionale – per aiutare docenti e studenti con nuove attrezzature innovative e di qualità».
In dettaglio, gli atenei beneficiari del contributo (in milioni di euro):
  • Università degli Studi di Milano (9);
  • Politecnico di Milano (6,8M);
  • Università Milano Bicocca (4,4M);
  • Università di Pavia (4M);
  • Università di Brescia (2,3M);
  • Università di Bergamo (1,8M);
  • Università dell’Insubria (1,5M);
  • Istituto Universitario di Studi Superiori (IUSS) Pavia, 196 mila euro.
Totale 29,996 M di euro, da sommare al capitolo relativo agli Accordi di Collaborazione.

13,5 MILIONI PER ACCORDI DI COLLABORAZIONE – Obiettivo dello stanziamento è l’innovazione delle infrastrutture di ricerca (attrezzature e/o interventi strutturali) esistenti presso gli enti universitari affinché le Università possano sviluppare ricerca e innovazione superando le difficoltà dovute all’emergenza COVID-19.
Ogni ateneo riceverà un contributo di 1.687.500 di euro. I destinatari sono:

  • Università di Bergamo,
  • Università di Brescia,
  • Università dell’Insubria,
  • Università degli Studi di Milano,
  • Università Milano Bicocca,
  • Politecnico di Milano,
  • Università di Pavia,
  • Istituto Universitario di Studi Superiori (IUSS) Pavia.

Rekordata è al tuo fianco per costruire un progetto sulla base delle tue esigenze e degli obiettivi che vuoi raggiungere.

Ti accompagniamo in un processo di trasformazione fornendoti la consulenza e gli strumenti di cui hai bisogno.

Scopri di più sulle nostre soluzioni
Contattaci